3 opzioni di restauro del pianoforte


SAP Renovation presenta 3 opzioni di restauro del pianoforte:

  1. Ricostruzione
  2. Ristrutturazione
  3. Rinfresco

Si differenziano l’uno dall’altro nell’ambito del lavoro svolto che influenzano in modo significativo:

  1. potenzialità sonora dello strumento  ( cresce aumentando la portata della ristrutturazione acustica e meccanica delle parti)
  2. comodità e sicurezza nell’uso dello strumento (i parametri aumentano quando si aumenta l’ambito di ristrutturazione del mobile, parte acustica e meccanica)
  3. aspetto ed estetica (i parametri aumentano quando si aumenta l’ambito di ristrutturazione del mobile, parte acustica e meccanica)

I valori di questi tre parametri sono situati su diversi livelli, a seconda del tipo di ristrutturazione, come di seguito:

a)possibile raggiungere al livello massimo del 95% su 100% nella ricostruzione

b)possibile raggiungere al livello massimo del 65% ( parte acustica: massimo 80%, parte meccanica: massimo 50% – media 65%) su 100% nella ristrutturazione

c)possibile raggiungere al livello massimo 38,5% ( parte acustica: massimo 49%, parte meccanica: massimo 28% – media 38,5%) su 100% nel rinfresco

 

Perché la sostituzione dei componenti per pianoforte è così importante?

I pianoforti sottoposti a ristrutturazione sono in genere strumenti vecchi e, di conseguenza, gli elementi in legno, di cui gli strumenti sono in maggior parte realizzati, sono anche vecchi.

 

Le proprietà fisiche del legno cambiano nel tempo, perdendo le loro proprietà come:

– aspetto, assorbibilità, densità, isolamento acustico, durata.

– oltre agli elementi in legno, si consiglia di sostituire gli elementi di ottone.

– elementi tipo: cerniere, montature diventano distorte in anni di utilizzo dello strumento. L’affaticamento del materiale provoca il suo indebolimento.

 

Seguenti irregolarità possono verificarsi nel mobile del pianoforte a causa della mancata sostituzione degli elementi del mobile con nuovi elementi:

 

– corrispondenza errata tra elementi del mobile limitando il corretto adempimento della loro funzione

– fissaggio instabile tra elementi, causato dalle cattive condizioni del legno, e quindi indebolita la forza di tenuta delle viti di collegamento

– aspetto sgradevole causato da piegature minori o maggiori, deflessione dell’elemento, danno

La conseguenza più grave della mancanza di sostituzione delle parti del mobile  è (nonostante il fatto che gli elementi del mobile diano l’impressione di essere in buone condizioni) il rischio di danni meccanici allo strumento, per non parlare del danno alla salute o la vita del pianista, accordatore ecc ( per esempio  in caso di indebolimento della struttura in legno delle gambe del pianoforte).

 

Seguenti irregolarità possono verificarsi nella parte acustica dello strumento a causa della mancata sostituzione dei componenti per nuovi o la mancata riparazione dei vecchi componenti:

 

– mancanza di trasparenza del suono, la sua diffusione e profondità (danneggiata, rotta, senza il giusto fondo risonante della tavola armonica)

– mancanza di stabilità dell’accordatura ( materiale del somiere stancato, crepe)

– suoni che accompagnano il suono di base ( vecchie corde arrugginite, agrafes stanche, distrutte coperture del ponticello )

– perdita di qualità e forza del suono ( Vecchie corde, crepe sul telaio di ghisa, danneggiata , crepata tavola armonica)

– aspetto sgradevole causato  dalle crepe visibili nel legno o difetti di vernice sul telaio di ghisa

 

Nella parte meccanica dello strumento, possono verificarsi le seguenti irregolarità a causa della mancata sostituzione degli elementi con nuovi o della mancanza di ristrutturazione di vecchi elementi:

 

– nessuna possibilità di una corretta regolazione dei parametri (distanze improprie sui manci, nella tastiera e nel meccanismo )

– mancanza di trasparenza del suono, sua diffusione e profondità ( martelli consumati)

– perdita di qualità e forza del suono ( martelli consumati, mancanza d’intonazione dei martelli )

– suoni indesiderati che escono durante il lavoro degli elementi del meccanismo e tastiera causati dalle distanze improprie

– mancanza di una corretta ripetizione, perdita di dinamica ( distanze improprie sui manci, nella tastiera e nel meccanismo)

– mancanza di qualità, chiarezza del suono ( martelli consumati)

– disagio nel suonare il pianoforte ( coperture dei tasti crepate, pause irregolari tra i tasti )

– suoni che accompagnano il suono di base con scarso smorzamento ( feltro dei smorzi consumato, distanze improprie nelle guide del smorzatore e nel dispositivo del smorzatore )

– aspetto sgradevole  (vecchie parti usurate del meccanismo, dispositivo del smorzatore e tastiera)

 

Di seguito sono presentati 3 tipi di lavori di ristrutturazione del pianoforte:

  1. Pianoforte ricostruito:

Mobile del pianoforte:

Gli elementi base del mobile da sostituire con quelli nuovi:

– coperchi del pianoforte

– assicella della serratura superiore

– assicella del supporto del coperchio

– supporto del coperchio

– leggio con supporto del leggio e guide del supporto del leggio

– assicella della serratura inferiore (*non è sempre possibile)

– copertura della tastiera con montature

– lati della tastiera con montature

– assicella della tastiera

– gambe con il montaggio delle gambe e rotoli

– lira con nuove aste e pedali

– elementi di ottoni utilizzati per collegare elementi tra

 

Parte acustica:

Gli elementi base dell’acustica da sostituire con quelli nuovi:

– tavola armonica

– coperture dei ponticelli ( violino e dei bassi)

– corde ( in acciaio e dei bassi)

– caviglie

– somiere

– agrafes (*non è possibile ordinarne nuovi – in alcuni modelli più vecchi)

 

Parte meccanica:

Gli elementi base della meccanica da sostituire con quelli nuovi:

– meccanismo

– cavalletti

– martelli

– manci

– tastiera con i piloti e paramartelli

– dispositivo del smorzatore

– smorzatore

 

  1. Pianoforte ristrutturato – portata dei lavori:

Mobile del pianoforte:

Elementi del mobile dello strumento da sostituire con quelli nuovi, a causa di:

– deformazione, curvatura degli elementi

– affaticamento del materiale, indebolimento della struttura

– danno impossibile da riparare

 

Parte acustica:

Gli elementi  dell’acustica da sostituire con quelli nuovi:

– coperture dei ponticelli ( violino e dei bassi)

– corde ( in acciaio e dei bassi)

– caviglie

– somiere

Gli elementi dell’accustica da riparare:

– tavola armonica

Gli elementi dell’accustica da pulire/ lucidare:

– agrafes

 

Parte meccanica:

Gli elementi della meccanica da sostituire con quelli nuovi:

– martelli

– manci

Elementi della meccanica  da restaurare che ripristinano il loro corretto funzionamento:

– meccanismo ( pulizia con scambio dei feltri )

– cavalletti

– tastiera con i piloti e paramartelli

– dispositivo del smorzatore

– smorzatore ( pulizia con scambio dei feltri)

 

  1. Pianoforte rinfrescato – portato dei lavori:

Mobile del pianoforte:

Elementi del mobile dello strumento da sostituire con quelli nuovi, a causa di:

– deformazione, curvatura degli elementi

– affaticamento del materiale, indebolimento della struttura

– danno impossibile da riparare

 

Parte acustica:

Gli elementi  dell’acustica da sostituire con quelli nuovi:

– corde ( in acciaio e dei bassi)

– caviglie

Gli elementi dell’accustica da riparare:

– tavola armonica

Gli elementi dell’accustica da pulire/ lucidare:

– coperture dei ponticelli ( violino e dei bassi)

– agrafes

Elementi della parte acustica lasciati nello stato originale  (senza riparazione o sostituzione per nuovi)

– somiere

 

Parte meccanica:

Elementi della meccanica  da restaurare che ripristinano il loro corretto funzionamento:

– martelli (profilatura)

– manci (pulizia)

– meccanismo ( pulizia con scambio dei feltri )

– cavalletti

– tastiera con i piloti e paramartelli

– dispositivo del smorzatore

– smorzatore ( pulizia con scambio dei feltri)


strzałka do góry